L’idea

img_20180228_143836-1L’idea fondante di questo progetto nasce da una figura femminile decisamente bistrattata in ambito automobilistico e dalla mia volontà di presentare e guardare le donne con occhi diversi, per il grande valore che hanno e che esprimono ogni giorno in ciò che fanno.
Così in 10 anni abbiamo identificato oltre 250 donne che nel nostro territorio rappresentano  con il loro impegno in ambito economico, politico, sportivo, sociale, culturale un esempio di valore concreto, un valore da riconoscere e comunicare. Insieme a loro abbiamo condiviso un percorso coinvolgendo persone, istituzioni, media e scuole.

A 10 anni di distanza sentiamo fortemente il bisogno che questo progetto diventi sempre più inclusivo della figura maschile perché per essere completi abbiamo bisogno di entrambi gli elementi, non si può prescindere l’uno dall’altra. Tutti noi siamo chiamati a essere testimoni della cultura dell’Equilibrio.  

Sono molti gli uomini che vogliono fare insieme alle donne questo percorso, perchè non vogliamo urlare da sole i diritti delle donne, vogliamo parlare insieme di futuro. “Sia gli uomini che le donne devono sentirsi liberi di essere sensibili. Sia gli uomini che le donne devono sentirsi liberi di essere forti: .è tempo di smettere di pensare al genere come a un insieme di valori opposti.” ( Emma Watson).

Elisabetta Cozzi